La scoliosi dell’adulto

La scoliosi dell’adulto è stata per anni trascurata: l’idea era che la scoliosi non peggiorasse in età adulta, purtroppo ci si è accorti che non è così.
Per la tradizione classica in età adulta si può parlare solo di intervento, secondo noi (come anche in tutte le altre patologie del rachide) un tentativo non chirurgico è quanto meno doveroso sempre e comunque.
Solo, come sempre, deve essere fatto da mani esperte.

Il corsetto

Per quanto riguarda il corsetto in età adulta, non ha molto significato se si intendono ridurre i gradi di scoliosi, poichè la crescita ossea è finita. Fanno eccezione solo i giovani adulti, in cui i legamenti non sono ancora così irrigiditi e la massa ossea e muscolare non ha finito di svilupparsi: fino ai 25 anni circa si possono ancora fare dei tentativi di riduzione (i nostri risultati sono in corso di pubblicazione).
Può avere invece un senso nel caso in cui la scoliosi sia molto evidente e si voglia migliorare l’aspetto estetico, ma anche qui solo nel giovane adulto. In età anziana, se proprio non si trovano altre soluzioni, possono essere proposti, ma con molta cautela data la scarsissima tollerabilità.